Posts tagged ADB

Modifiche e ottimizzazioni per Acer Liquid E2 Duo

1

Android ToolsL’Acer Liquid E2 Duo è solo uno dei moltissimi dispositivi Android in commercio. La differenza tra smartphone e smartphone a volte è significativa, quindi è sempre bene seguire qualche guida prima di effettuare delle modifiche potenzialmente pericolose (soprattutto quando non si è esperti).

Le operazioni che verranno trattate in questo articolo (eliminazione del suono della fotocamera e di accensione, aumento della durata della batteria, pulizia della dalvik-cache e aumento della memoria interna) sono tutte potenzialmente pericolose perché agiscono sulla partizione di sistema. Seguendo le indicazioni fornite e non commettendo errori di digitazione, il rischio di fare danni dovrebbe essere nullo, ma non potrete in ogni caso ritenermi responsabile di malfunzionamenti al vostro dispositivo.

Il passo fondamentale è avere i permessi di root sul dispositivo. Se non li avete, seguite prima questa guida.

Per maggiore comodità il mio consiglio è sempre quello di utilizzare linux e ADB, in modo da essere utilizzare una tastiera fisica e non dover impazzire nella ricerca di driver. Potete ovviamente utilizzare ADB anche su Windows oppure operare direttamente sul vostro dispositivo con Emulatore Terminale o una applicazione simile presente sul Play Store.

Per ogni operazione si indicheranno quali sono i comandi per apportare manualmente la modifica e le eventuali applicazioni presenti sul Play Store per ottenere lo stesso risultato. Anche in questo caso mi sento di consigliare l’utilizzo della riga di comando per avere un maggiore controllo sulle operazioni e risparmiare i soldi per l’acquisto di Root Explorer e simili. (altro…)

Guida al ROOT per Acer Liquid E2 (Duo)

1

Acer Liquid E2Lanciato da poco sul mercato, l’Acer Liquid E2 Duo si è distinto subito per il suo prezzo. Nella fascia dei 200€ non è facile trovare un prodotto di marca, quindi che garantisce assistenza, con caratteristiche simili. CPU e RAM garantiscono un’esperienza utente assolutamente godibile, ma per una più ricca e completa personalizzazione, è necessario intervenire su alcuni file di sistema. L’impossibilità di rimuovere alcune applicazioni preinstallate e la presenza del suono di avvio mi hanno spinto a cercare un metodo di root funzionante.

L’exploit da utilizzare è, al momento attuale, uno dei più recenti: Motochopper. Questo exploit venne utilizzato per ottenere i privilegi di amministratore sui Motorola (da cui deriva il nome), ma, oltre ad essersi rivelato compatibile anche sul nuovissimo Samsung Galaxy S4, funziona sui dispositivi con processore Mediatek MTK6589. (altro…)

Convertire applicazioni di sistema in applicazioni utente su Android

5

applicazioni di sistemaLa gestione delle applicazioni Android non è sempre cosa facile. La limitata memoria dei dispositivi di fascia bassa spesso può portare all’esaurimento dello spazio di archiviazione interno, quindi all’impossibilità di installare aggiornamenti o nuove applicazioni. Ecco quindi che diventa importante sfruttare anche la partizione di sistema, che ha dello spazio normalmente non utilizzabile.

Prima di procedere è doveroso segnalare che tale operazione richiede i permessi di root ed è potenzialmente pericolosa. Qualora non si operasse in maniera corretta esiste il rischio di rendere inutilizzabile lo smartphone.

Per gestire (o convertire) le applicazioni di sistema e quelle utente, esistono principalmente due vie: tramite applicazione dedicata e tramite riga di comando. La prima via è certamente la più comoda, ma spesso le applicazioni di questo genere sono a pagamento (un esempio è Titanium Backup PRO 4,99€ – nella versione free la feature è disabilitata). Utilizzando la riga di comando, invece, potremo eseguire le stesse operazioni avendo pieno controllo di quello che facciamo e risparmiando sul costo dell’applicazione. (altro…)

Ottenere i permessi di scrittura in /system su Android

18

Per un motivo o per un altro, ai possessori di un dispositivo Android potrebbe capitare di aver bisogno di modificare un file di sistema. Questi file, però, sono ovviamente protetti, in modo da evitare disastri agli utenti meno esperti o più incoscienti. Ad ogni modo, la necessità (o la già citata incoscienza) può spingere a superare queste semplici protezioni e garantire accesso completo (quindi anche in scrittura) nella cartella /system su Android.

Android system
(altro…)

Guida a root e custom rom su Asus Eee Pad Transformer

3

Nonostante sia appena arrivato il fratellino più giovane (piccolo solo in età e spessore), l’Asus Eee Pad Transformer resta ancora uno dei gioielli del mondo Android. Questo dispositivo offre incredibili prestazioni già nella sua versione originale, ma è possibile ottenere ancora di più attraverso l’utilizzo di una rom modificata. Per poterne installarne una vi illustrerò quali sono i tool che rendono tutte le operazioni più semplici. Non mi soffermerò sullo spiegare passo passo cosa va fatto, anche perché, se non sapete cosa state facendo, è meglio non procedere. Non è bello rovinare un gioiello del genere rendendolo inutilizzabile.

(altro…)

Cosa fare quando ADB non riconosce correttamente il dispositivo

0

Può capitare che, collegando un nuovo smartphone Android alla nostra ditro Linux, ADB mostri uno sgradevole messaggio quando viene lanciato il comando adb devices.
List of devices attached
????????????     no permissions

Esiste un modo per risolvere completamente il problema, che permette di capire qual è il giusto idVendor da aggiungere al file .rules di udev, indipendentemente dal device in uso. (altro…)

Go to Top